Alghero

Il territorio di Alghero si estende nel Nord-Ovest della Sardegna. La città venne fondata nel periodo medievale, probabilmente ad opera di una famiglia genovese. Sarà però nel 1354 con il passaggio ai Catalano-Aragonesi che prenderà l’aspetto caratteristico di oggi.

Nel tempo la popolazione ha conservato le tradizioni e la lingua, diventando la più piccola delle sette comunità catalane.

La città ha un’aspetto davvero suggestivo, caratterizzato dagli imponenti bastioni e torri difensive costruite nel Cinquecento a difesa della popolazione. Le torri in particolare oggi sono riutilizzate per vari scopi, centri di informazione e luoghi espositivi. Da visitare la Torre della Maddalena, di Porta a Terra, di San Giacomo, di Sant’Elmo, di San Giovanni, dell’Eperò Real.

Nel centro storico si possono ammirare le botteghe di artigiani del corallo, maestri nella modellazione di questo pregiato materiale, capaci di realizzare straordinarie creazioni.

Da non perdere la Settimana Santa, durante la quale si riscoprono rituali antichi, che devono molto all’influenza spagnola. Di grande suggestione il percorso religioso del Venerdì Santo, con il rito della deposizione (desclavament) e il trasporto in procesisone nella lettiga (brassol) del simulacro.

Per chi ama la natura il territorio offre tantissime opportunità, dalle Grotte naturali, modellate nei secoli, come la Grotte dei Ricami e la Grotta Verde presso Capo Caccia, o la Grotta dei Fatasmi nella punta Giglio, caratterizzata da particolari conformazioni di calcare bianco che le danno un aspetto davvero spettrale.

Per chi invece preferisce la storia e l’archeologia, può visitare il nuraghe Palmavera, uno dei più grandi della Sardegna, e la necropoli di Anghelu Ruju, sito prenuragico con numerose domus de Janas.

Una città affascinante e tutta da scoprire, il luogo ideale per partire alla scoperta delle bellezze della Sardegna.

Tags:

Related posts

Lascia un commento!

Comment