Guida Sardegna > Feste e sagre da non perdere > La festa di Sant’Efisio (Cagliari)

La festa di Sant’Efisio (Cagliari)

La festa di Sant’Efisio è uno dei riti religiosi più sentiti dai cagliaritani e da tutti i fedeli dei paesi più vicini alla città. Nei giorni in cui Cagliari si prepara per accogliere il Santo, sono numerosi i turisti e i religiosi che decidono di visitare la città per respirare l’aria di festa che rende ancora più affascinanti le vie del centro storico.

Si tratta di una festa che da più di 3 secoli viene celebrata a Cagliari per onorare con devozione il compatrono della città.

Ma quando si svolge la festa e quali sono le attività a cui è possibile partecipare? Continua con la lettura! 😉

Sant’Efisio e il pellegrinaggio

Iniziamo subito col dirti che l’affascinante festività si svolge dal 1 al 4 maggio. In questi giorni è possibile assistere a numerosi riti che ci fanno fare un salto nel passato e ci permettono di rivivere la forte devozione che unisce i fedeli oggi a quelli di un tempo.

Proprio come la festa di San Simplicio a Olbia e la Sagra del Redentore a Nuoro, anche per Sant’Efisio vengono coinvolti nella celebrazione i gruppi Folkloristici vestiti con gli abiti della tradizione. Durante la processione, la statua del Santo sfila per le vie della città, custodita in un carro trainato da buoi che procede lentamente lungo un tappetto di petali di rose.

Sant'Efisio Cagliari (Fonte: www.sardegnareporter.it)
Sant’Efisio Cagliari (Fonte: www.sardegnareporter.it)

Da Cagliari fino a Nora, i pellegrini procedono a piedi o a cavallo indossando i caratteristici costumi della tradizione, oppure vestiti in abiti normali, recitando le preghiere popolari dette goccius.

Come detto, la festa dura 4 giorni durante i quali il simulacro viene portato da Cagliari sino alla chiesetta medievale di Nora dove viene celebrata la messa.

Sant'Efisio Nora (Fonte: www.visitpula.info)
Sant’Efisio Nora (Fonte: www.visitpula.info)

Dopo aver celebrato la messa, la processione procede a ritroso per far ritorno a Cagliari.

Le festa di Sant’Efisio è un evento molto sentito dalla città che per l’occasione si ferma e partecipa attivamente alla solenne processione.

Curiosità

L’origine del culto di Sant’Efisio è da farsi risalire al 1652, periodo in cui la città venne colpita dalla peste e invocò lintervento del santo.

La processione di Sant’Efisio, oltre a essere tra le più antiche è anche la processione religiosa italiana più lunga, con circa 65 km percorsi a piedi nell’arco di 4 giorni, ed è anche la più grande del Mediterraneo.

Tags:

Related posts

Comment