Guida Sardegna > Cultura e arte sarda > I riti della settimana Santa a Cagliari

I riti della settimana Santa a Cagliari

Una occasione da non perdere per immergersi nell’intensa fede religiosa della Sardegna, partecipando a manifestazioni dal sapore antico, arrivate a noi caricate del loto forte simbolismo.

Rituali che affondano le radici nella storia stessa degli abitanti di quest’Isola, rimasti immutati grazie anche al forte radicamento delle tradizioni nella cultura sarda.

Ogni località della Sardegna offre uno spettacolo davvero unico, che coinvolge abitanti e visitatori in percorso culturale e storico suggestivo.

Tra tutte le celebrazioni per la Pasqua vogliamo qui parlare della Settimana Santa di Cagliari, punto di incontro e confronto della popolazione di tutta la Sardegna.

La Settimana Santa di Cagliari

La Settimana Santa inizia il Venerdì di Passione  con la processione dei Misteri, che vede partecipi i memrbi dell’Arciconfraternita del SS. Crocifisso. La processione parte tradizionalmente alle 16 dalla piazza San Giacomo nell’antico quartiere di Villanova.

I simulacri dei Misteri vengono portati in processione accompagnati da canti e litanie.

La Domenica delle Palme il simulacro che raffigura Gesù crocifisso viene rimosso dalla Cappella dell’Arciconfraternita della Solitudine nella Chiesa di San Giovanni, attorniato dai fedeli in preghiera.

Il Martedì Santo prevede la processione dei Misteri di Stampace che ha come punto di partenza la chiesa di San Michele per toccare 7 chiese sino ad arrivare alla cattedrale.

Il Mecoledì Santo avviene la vestizione della statua della Madonna Addolorata ad opera dell’Arciconfraternita del SS. Crocifisso.

Il Giovedì Santo il simulacro del Cristo viene inchiodato alla croce a cui segue l’adorazione.

In quest’occasione vengono preparati dei piatti con cotone e chicchi di riso, che verranno lasciati al buio, simboleggiando la morte e la resurrezione del Cristo.

Il Venerdì Santo si svolge il momento più bello e coinvolgente con l’incontro tra il simulacro della Madonna Addolorata e quello del Cristo, accompagnato da un lungo corteo delle Arciconfraternite cagliaritane.

Il Sabato Santo si caratterizza per Su Scravamentu, durante il quale il simulacro del Cristo viene deposto dalla croce e posto su una lettiga.

Nella mattina di Pasqua si svolge  S’Incontru (l’incontro),  con due processioni che ricongiungono i simulacri della Madonna e di Gesù.

La Settimana Santa si conclude con il Lunedi dell’Angelo, con un a processione che vede protagonista Sant’Efisio patrono della città.

Tags:

Related posts

Lascia un commento!

Comment