Guida Sardegna > In viaggio per la Sardegna > Vacanze in Sardegna: le bellezze della Costa cagliaritana

Vacanze in Sardegna: le bellezze della Costa cagliaritana

Una delle regioni turisticamente più amate d’Italia e' la Sardegna, una terra selvaggia e affascinante capace di regalare ai propri visitatori moltissime suggestioni e spunti per le proprie vacanze.

Amata dai vacanzieri italiani e da quelli stranieri, la terra sarda è ogni estate tra le mete predilette; non a caso le offerte per le vacanze in Sardegna vanno letteralmente a ruba già molti mesi prima della tanto sospirata partenza.

Chi non ha mai avuto la fortuna di trascorrere un soggiorno in Sardegna, probabilmente non riesce ad immaginare la grande ricchezza di questa terra che annovera al suo interno veri e propri gioielli naturalistici e storici, luoghi diversi tra loro ma tutti accomunati da quel fascino unico e misterioso che caratterizza tutte le località sarde.

Tra le tante bellezze della Sardegna, oggi vogliamo illustrarvi quelle della costa cagliaritana, di certo uno dei tratti più affascinanti di tutta l’isola. La costa cagliaritana si sviluppa per circa 50 km, estendendosi da Capo Sant’Elia a Capo Boi, e caratterizzandosi per insenature e spiagge di rara bellezza tra le quali spicca la celebre spiaggia del Poetto.

Partendo da Cagliari, la prima spiaggia che si ha la fortuna di visitare è quella di S’Arrizolu Saliu, una magnifica spiaggia attrezzata molto indicata per le famiglie, mentre proseguendo ci si imbatte nei litorali rocciosi di Cala Regina, la cui peculiarità sono i bassi fondali.

Continuando il proprio viaggio verso est, ci si ritrova alla spiaggia di Geremeas, caratterizzata da una gradinata di sabbia e da un fondale che sprofonda dopo pochi metri; imperdibile è poi la bellissima spiaggia Mari Pintau, ovvero mare dipinto, che deve il nome al colore verde smeraldo del mare e ai ciottoli che al sole assumono un colore brillante conferendo all’intero litorale un fascino unico.

Le spiagge di Costa Rei

Visitare la costa cagliaritana significa scoprire spiagge uniche come quelle che troverete lungo la costa Rei, una striscia dorata lunga circa 8 km raggiungibile da Villasimius.

Partendo dal nord la prima spiaggia che si incontra è quella di Capo Ferrato, un tratto di spiaggia libera davvero magnifico ma di difficile accesso, mentre continuando a scendere verso sud ci si imbatte nella spiaggia di Cala Pira, che si raggiunge tramite un sentiero che, improvvisamente, si apre su un’insenatura racchiusa tra una collina e una serie di scogli.

Proseguendo verso ovest possiamo trovare diverse spiagge tra cui Cala Verde, Stella Marina, Cistos, La Pineta, Perla Marina e Riva dei Pinti, tratti di litorali rocciosi caratterizzati da un mare cristallino e dai fondali pulitissimi.

Pula, nota destinazione balneare, poco distante dalla quale si trova un’altra cittadina di grande fascino, Santa Margherita di Pula, un borgo di origini punico-romane che si contraddistingue, oltre che per spiagge bellissime, anche per una magnifica area archeologica ricca di reperti di grande valore.

Proseguendo verso Capo Spartivento il paesaggio cambia rapidamente diventando molto più selvaggio e incontaminato; ci troviamo nella zona costiera di Chia, un tratto di litorale unico che si estende da Porto Tramatzu a Capo Teulada.

Qui, oltre a godervi spiagge dalla sabbia dorata e finissima, avrete anche modo di conoscere la natura sarda visitando la Riserva Naturale di Is Cannoneris, che si estende all’interno tra monti e rocce granitiche. Per quanto concerne le spiagge quelle di maggior fascino sono la piccola spiaggia di Su Cardolinu, la spiaggia del Porticciolo, e la spiaggia di Su Giudeu, considerata come una delle più affascinanti del Mediterraneo.

Tags:

Related posts

Comment