Guida Sardegna > In viaggio per la Sardegna > Una giornata al Parco Aymerich a Laconi

Una giornata al Parco Aymerich a Laconi

Una giornata al Parco Aymerich a Laconi

Passeggiando per le vie dell’entroterra sardo potrebbe incuriosirti la visita ad un dei parchi più importanti presenti in Sardegna: Il Parco Aymerich a Laconi.

Ideale per le famiglie che amano il contatto con la natura e per chi desidera trascorrere qualche ora al fresco sotto alberi esotici e secolari, magari per prendere una pausa dopo un lungo viaggio in auto per raggiungere punti diversi della Sardegna!

Il Parco Aymerich è ideale per trascorrere un’intera giornata immersi nella natura e se si vuole scoprire al meglio tutto ciò che ha da offrire la zona.

I sentieri all’interno del Parco Aymerich a Laconi

Si tratta del parco urbano più grande della Sardegna, considerato un vero e proprio museo naturale, si estende per 22 ettari tra sentieri, boschi, ruscelli e cascate.

Il parco può essere suddiviso in due parti. Da un lato è collocata la parte storica, con il castello del 1053 e la torre maestra, di origine spagnola. Dall’altro lato invece, la parte più selvaggia e avventurosa, con i sentieri che si dislocano tra i ruscelli e i laghi.

Il castello, di epoca medievale, nasce con lo scopo di difendere il Regno di Arborea dal Regno di Cagliari. In particolare la torre maestra, situata accanto al castello, svolgeva questo importante ruolo, trasformata poi in carcere intorno al XVIII secolo.

La torre e il castello sono ancora oggi parzialmente visibile, anche se per la maggior parte sono rimasti solo pochi ruderi. Al primo piano, a cui si accede per mezzo di una piccola scalinata, è ancora visibile una finestra in stile gotico che offre un panorama su tutta la pianura, sul villaggio sottostante, sulla Marmilla e dell’altopiano della Giara. Sempre al primo piano potrai osservare delle sedute affianco alle finestre, che mantengono ancora il loro fascino antico.

Castello Parco Aymerich
Castello Parco Aymerich

La parte più selvaggia, immersa nel bosco, è costituita da piante esotiche come il cedro del Libano e il pino di Corsica, di elevate dimensioni, oltre al leccete, alle cavità naturali, ai ruscelli, ai laghetti e alle cascate. In particolare è la cascata maggiore il vero simbolo del parco.

Cascata Parco Aimerich
Cascata Parco Aymerich

Il parco deve il suo nome alla famiglia Aymerich che iniziò poco per volta a importare piante da tutto il mondo e a piantarle lungo tutto il territorio fino a conferirgli la composizione che conosciamo noi oggi.

Dall’ingresso del parco partono alcuni sentieri, appositamente creati per rendere agevole la salita lungo il parco, che si intrecciano tra loro permettendo di visitare l’intero territorio da più punti di vista. Troverai anche dei punti ristoro e aree per sostare all’ombra del bosco con panchine e tavoli a tua disposizione. Continuando i sentieri arriverai davanti al castello e poi di nuovo di addentrerai nel bosco fino alla cascata. Un vero spettacolo!

Informazioni per visitare il parco

Il Parco Aymerich a Laconi è situato all’interno del paese di Laconi e l’ingresso principale si trova in via Don Minzoni. Per raggiungerlo ti basterà dunque arrivare fino al paese e seguire le indicazioni per arrivare fino all’ingresso!

Ti ricordiamo che il Parco Aymerich ha degli orari di apertura ben definiti! Nel periodo estivo, a giugno l’orario va dalle 8:00 alle 19:00, mentre a luglio e ad agosto dalle 8:00 alle 20:00. Nel periodo invernale il parco apre alle 8:00 e chiude alle 16:00.

Laconi e altri punti di interesse

Il Parco Aymerich di per sé è già un buon motivo per raggiungere questa zona dell’entroterra sardo. Nelle vicinanze del parco però ci sono numerosi altri punti di interesse di una certa rilevanza che potresti visitare durante la tua vacanza!

Poco più in là rispetto al comune di Laconi potrai visitare la Giara di Gesturi, un altopiano ricco di fascino e da cui potrai godere di bellissimi panorami. Inoltre, lungo tutto il territorio della Giara di Gesturi potrai osservare i famosi “cavallini della giara” che pascolano allo stato brado nell’altopiano.

Vicino alla Giara di Gesturi troverai uno dei nuraghi meglio conservati in Sardegna, “Su Nuraxi”, collocato nel comune di Barumini. Ancora oggi in perfetto stato e completamente visitabile è un esempio del passato nuragico dell’isola!

A Nurallao invece, potrai addentrarti nel bosco all’interno del Parco di Funtana Is Arinus e intraprendere i percorsi che ti portano fino alle cascate, tra le più belle della zona. La cascata più grande si getta da 20 metri di altezza, rappresentando il vero punto attrattivo dell’intero parco.

Tags:

Related posts

Comment