Guida Sardegna > Escursioni in Sardegna > Borghi e castelli in Sardegna: escursioni nel passato

Borghi e castelli in Sardegna: escursioni nel passato

Escursioni misteriose nei borghi antichi in Sardegna

La Sardegna ha sempre avuto un ruolo importante nel corso della storia. Meta desiderata dalle più forti dominazioni, mostra ancora oggi i segni del suo passato: dalle torri di avvistamento presenti su tutto il territorio, ai porti per i traffici commerciali dei fenici.

Uno dei simboli del suo affascinante passato storico sono i castelli che danno un tocco di mistero agli antichi borghi sardi. Proprio per questo, le escursioni nel passato, sono tra quelle più organizzate in Sardegna. Uno dei modi migliori per scoprire un lato poco conosciuto dell’isola.

Tra borghi e castelli in Sardegna

I castelli in Sardegna sono davvero tanti, ma in pochi sono rimasti intatti e perfettamente visitabili. Per tutto il territorio è possibile incontrare piccoli e grandi fortezze in cima alle colline o arroccati tra i monti. Appartenenti a diverse epoche storiche e caratterizzati da stili e destinazioni differenti, la scelta di quale visitare è molto ardua.

Ecco quelli più importanti che ti consigliamo di visitare durante la tua escursione nel passato!

Escursioni nel passato: Castello di San Michele
Castello di San Michele

Castello di San Michele

Il Castello di San Michele sorge su uno dei colli più alti di Cagliari. Il primo impianto risale al periodo bizantino o primo giudicale (X secolo) e aveva scopi difensivi. Dopo il 1327 diventò una delle residenze più lussuose della Sardegna, fino a trasformarsi in lazzaretto durante l’epidemia di peste, nel 1652. Le trasformazioni del castello sono state numerose nel corso dei secoli. Oggi è uno dei simboli più importanti della città. Attorno alle mura si può godere di un paesaggio mozzafiato, un panorama che si estende a 360°, dal mare all’entroterra.

Escursioni nel passato: Castello di Sanluri
Castello di Sanluri

Castello di Sanluri

Il Castello di Sanluri, nel cuore del Medio Campidano, è sorto nel 1355 per volontà di Pietro IV d’Aragona. Affidato alla famiglia del Generale Conte Nino Villa Santa nel 1925, venne restaurato e modificato fino ad ottenere l’attuale figura. Al suo interno sono conservati alcuni importanti cimeli e documenti risalenti alle due conflitti mondiali: il tricolore della Vittoria che dalla torre San Giusto consacrò Trieste all’Italia nel 1918 e il bollettino della Vittoria originale, sottoscritto dal Maresciallo d’Italia Armando Diaz. Le mura alte e imponenti, nascoste da alti cipressi, raccontano una storia passata importante e ricca di fascino.

Escursioni nel passato: Castello dei Malaspina
Castello dei Malaspina

Castello dei Malaspina

Il Castello dei Malaspina, situato a Bosa e risalente al 1112, sovrasta la cittadina in tutto il suo splendore. Qui potrai addentrarti in uno dei percorsi più avventurosi ed emozionanti. La salita fino in cima, sarà ripagata dalla bellissima vista dei colori del borgo e del mare azzurro che fa da sfondo.

Escursioni nel passato: Castello Guzzetti
Castello Guzzetti

Castello Guzzatti

Il Castello Guzzetti, si trova a Galtellì e venne fatto costruire nel 1900 da un conte di origini milanesi che, durante un viaggio in Sardegna, si innamorò del territorio così selvaggio e misterioso. Il castello è situato su una roccia basaltica e presenta le caratteristiche tipiche delle fortezze medievali. Al suo interno è stata rinvenuta una domus de janas, forse all’epoca utilizzata come granaio.

Ognuno di questi castelli è caratterizzato da un borgo che si distingue per storia e originalità. Insomma, un modo unico per rendere la tua escursione indimenticabile!

Related posts

Lascia un commento!

Comment