Guida Sardegna > Escursioni in Sardegna > Trekking urbano a Bosa: le principali tappe da visitare

Trekking urbano a Bosa: le principali tappe da visitare

Panorama Bosa

Bosa è uno dei comuni più belli d’Italia… così è stato nominato dal volere popolare nel 2015. Questo non è un mistero per chi ha avuto la fortuna di visitare la città, così raccolta nelle sue viuzze colorate che è impossibile non innamorarsi.

Per questo abbiamo pensato di illustrarti un perfetto tour alla scoperta della cittadina. Un trekking urbano lungo le vie strette del borgo storico di Bosa.

Pronto a iniziare?

Un nuovo modo di visitare Bosa: trekking urbano

Il trekking urbano è la nuova frontiera del turismo. Un nuovo modo di visitare la città, ben lontano dai metodi più tradizionali e che consente di godere di fantastiche escursioni nelle vie dei borghi delle antiche città.

Si può definire come una forma di turismo sostenibile. Quel turismo che ti permette di scoprire un luogo rispettando l’ambiente e la natura che lo circonda!

Ma veniamo al dunque. Bosa è una città ricca di sorprese, e soprattutto di angoli nascosti e segreti per chi non la conosce. Con il nostro tour però, potrai scoprirli tutti! 😉

Tappa #1: il quartiere Sa Costa

Partendo dalle vie strette di Sa Costa, è possibile rivivere alcuni avvenimenti storici che hanno segnato il territorio, una storia fatta per lo più di leggende e racconti. Nato intorno al 1500 come borgo feudale, è uno dei pochi centri storici rimasti intatti in Sardegna. La zona più antica è quella che parte dal castello e termina in via del Carmine.

Il borgo è delimitato da due scalinate. Quella a est S’Iscala ‘e Sa Rosa e una a ovest S’Iscala ‘e S’ainu, entrambe conducono all’estremità del castello.

Il quartiere di Sa Costa è senza dubbio il più variopinto e colorato. Le case sono caratterizzate per la maggior parte da una struttura elementare, disposte verticalmente, a schiera e orientate verso nord. Le facciate di color pastello e gli architravi sono scolpiti con bassorilievi o stemmi. È possibile ammirare lo stemma più antico, datato 1580, in via Sant’Ignazio.

Ogni anno, la seconda settimana di Settembre, si celebra la festa di Regnos Altos. Le vie del quartiere Sa Costa si animano e diventano ancora più caratteristici grazie ai piccoli altari ornati di fiori e ricami di filet, “Sos altarittos”, disposti in prossimità delle abitazioni.

Tappa #2: il Castello Malaspina

Percorrendo le vie del borgo si arriva alle pendici del colle di Serravalle. In perfetto stile con la tua escursione, procedi lungo la passeggiata che ti condurrà fino al Castello Malaspina. La fortezza, edificata nel 1112, ha subito negli anni continue modifiche: prima venne costruita la torre maestra, per prevenire gli attacchi degli aragonesi, poi le due torri poligonali e la chiesetta di San Giovanni.

È possibile raggiungere il castello con un percorso di trekking lungo s’Iscala ‘e sa rosa, s’Iscala longa e s’Iscala ‘e s’ainu.

Tappa #3: le coste del Temo

La terza tappa dell’escursione prevede una passeggiata lungo il Corso Vittorio Emanuele, la via più recente del quartiere Sa Costa, che costeggia il fiume Temo. Il corso è caratterizzato dalle tipiche case colorate, costruite nel lontano 1700, sono le celebri Concerie. Edifici a schiera, decorate con la tradizionale trachite rossa, a due piani, fonte di grande orgoglio per i bosani.

Qui si trova la chiesa romanica più antica della Sardegna, quella di San Pietro e Paolo, edificata su antichi ruderi e risalente al 1062.

Tappa #4: la Torre Aragonese

Costruita nel 1572, la Torre Aragonese è considerata la torre difensiva più grande in Sardegna. All’interno è possibile percorre un lungo camino fatto di elementi decorativi in stile catalano aragonese. Salendo in cima è possibile ammirare una vista spettacolare.

La torre si trova in prossimità della spiaggia, insieme a numerose altre torri costiere di importante rilevanza storica. E rappresenta l’ultima tappa di questo sensazionale trekking urbano.

Dettagli tecnici del percorso:

  • Il percorso è semplice e adatto a tutti. Non presenta difficoltà anche perchè si tratta di strade interne al paese e quindi facilmente percorribili.
  • Occorre indossare calzature comode, come per ogni percorso di trekking che si rispetti
  • È adatto in ogni periodo dell’anno. Ogni stagione saprà offrirti emozioni uniche e indescrivibili.
  • La durata del tour va dalle 3 alle 4 ore, in base alla vostra velocità e al tempo di cui avete bisogno per godere del panorama 😉

Sei alla tua prima esperienza con questo genere di escursione? Allora potrebbe servirti la nostra guida completa al trekking!

Tags:

Related posts

Lascia un commento!

Comment