Guida Sardegna > Escursioni in Sardegna > Il tour di Oristano: cosa vedere e curiosità!

Il tour di Oristano: cosa vedere e curiosità!

Colonne Tharros - Oristano

Si sente tanto parlare delle città che in Sardegna si distinguono per tradizioni, ricette, modi di parlare e che a volte non sembrano appartenere affatto alla stessa origine. Tra queste, Oristano forse è quella meno famosa, nonostante al suo interno, e lungo l’intera provincia, sia ricca di luoghi di interesse davvero affascinanti.

Ecco perchè abbiamo pensato di raccontarti in questo breve articolo, cosa vedere e tutte le curiosità di questa provincia conosciuta a pochi, ma che tutti dovrebbero visitare!

Oristano, la città del fiume tirso

Oristano nasce sulla riva del fiume Tirso, il corso d’acqua più grande dell’isola. Il nome ha un’origine incerta e per certi versi questo contribuisce al fascino della città. Molti pensano che derivi dalla parola “arista” che significa spiga, poichè nella pianura è piano di campi per le colture, altri ancora ritengono che derivi dalla parola greca “oros” e stagno, vista l’alta concentrazione nella zona di aree paludose. Oppure, che il suo nome sia dovuto alla principessa Aristana, che scelse Oristano per fondare la sua colonia.

Qualsiasi sia l’origine del nome, solo nel 1070 Oristano diventa da piccolo villaggio a centro di grande importanza. È in questo periodo che diventa la capitale del giudicato di Arborea, grazie alle barriere naturali che rendevano la città immune da attacchi esterni. Stagni, la biforcazione del fiume tirso, il mare, riuscire a invadere le sue alte mura era quasi impossibile.

Il profilo della città è caratterizzato dalle torri di avvistamento che, durante il medioevo, vennero costruite per combattere le guerre tra arborensi e i regni sardi.

La città di Oristano venne poi trasformata in marchesato dagli Aragonesi, titolo che appartiene ancora oggi al Re di Spagna, nel 1420 per passare poi in mano ai Savoia insieme al resto della Sardegna, nel 1720.

Cosa vedere a Oristano

La città è molto caratteristica, una volta al suo interno la sensazione che si avverte è quella di stare in un grande paese anzichè in una grande città. Oristano è interamente circondata da torri difensive. In totale se ne contano 28, tutte di forma quadrata, tra queste le più importanti sono la torre di Portixedda e la torre di Mariano II, che rappresentava una delle quattro porte d’ingresso alla città.

Oltre alle torri, esistono numerose architetture civili che meritano una visita durante il tour della città. In particolare:

  • Il palazzo Giudicale
  • La Casa di Eleonora, in via Parpaglia
  • Il Palazzo d’Arcais
  • Il Palazzo Carta, in Piazza Eleonora
  • La Casa della Ciudad
  • Il palazzo degli Scolopi

Il museo Antiquarium arborense è uno dei più importanti della città di Oristano. Al suo interno conserva reperti archeologici che provengono dalle aree nuragiche e dalla città di Tharros. Sono presenti inoltre numerose opere artigianali spagnole che risalgono al XV secolo.

Vogliamo parlarti ora delle bellezze che si trovano tutt’attorno alla città e nel resto della provincia. Ci riferiamo soprattutto ai siti di interesse archeologico:

  • Le colonne di Tharros
  • I Giganti di Monte Prama, nel comune di Cabras
  • Le tombe dei giganti, a Goronna
  • Il nuraghe Lugherras e il Santuario di Sanata Cristina, nel comune di Paulilatino
  • Il nuraghe di Elighe Onna, Zuras e Losa, ad Abbasanta
  • Le terme di Fordongianus

Potrebbe interessarti un nostro articolo sulle 4 tappe da visitare in Sardegna!

Le ricorrenze: tra sacro e profano

Oristano è ricca di avvenimenti durante il corso dell’anno. Tra ricorrenze religiose e eventi legati alla tradizione, ogni giorno è un giorno di festa. Tra quelle più importanti ti segnaliamo:

  • La Sartiglia, la tradizionale corsa dei contadini e dei falegnami, che si svolge l’ultima domenica e il martedì grasso.
  • Il Mondo Ichnusa che ogni anno richiama artisti di fama nazionale che si esibiscono sul palco allestito in riva al mare.

Infine abbiamo pensato di chiudere in bellezza!

Le spiagge della provincia di Oristano

Potevamo concludere senza consigliarti le spiagge più belle della provincia? Ovviamente no! Alcune di queste hanno conquistato anche la bandiera blu, sinonimo di spiaggia bella, pulita e dotata di ogni servizio.

Vediamo quindi quali sono quelle più belle:

Ciascuna con le sue particolarità, rende la costa oristanese unica nel suo genere. Spiagge quasi deserte o poco frequentate, con un mare cristallino e una sabbia bianca e fatta di quarzo… un vero paradiso.

Sei pronto a organizzare la tua prossima escursione a Oristano?

Related posts

Lascia un commento!

Comment