Liquore di genziana

Il liquore di genziana è una specialità tutta sarda, un ottimo digestivo per un amaro aromatico e dal sapore definito e carico.

Preparare i liquori in casa è un’arte che i Sardi si tramandano da generazioni seguendo passo passo le loro ricette tipiche.

La genziana impiegata per questa ricetta è quella viola, e non quella gialla utilizzata dagli Abruzzesi per produrre il loro liquore a base di genziana.

Specchio di un’economia domestica creativa e interessante, questo prodotto segue tutti i dettami che hanno animato la storia culinaria dei Sardi. Il liquore alla genziana trae infatti origine dai prodotti del territorio e dà vita a sapori ricchi e molto gustosi.

Procedimento

Per preparare il liquore di genziana dovete prima di tutto prendere un vaso di terracotta con coperchio, quindi metteteci dentro la genziana, la menta, la scorza essiccata d’arancia amara, le bacche di ginepro, la salvia e i semi di finocchio.

Dopodiché coprite gli ingredienti con il vino bianco secco e con l’alcol; dunque lasciate macerare il tutto per 10 giorni. Durante questo lasso di tempo ricordatevi di mescolare la preparazione con l’ausilio di un mestolo di legno almeno una volta al giorno.

Trascorso il tempo indicato, filtrate il tutto, poi unite il miele, mescolate per bene il liquore alla genziana e imbottigliatelo.

Infine chiudetelo con la ceralacca e lasciatelo riposare al buio e in luogo fresco per 1 mese prima di degustarlo.

 

Curiosità

Il liquore alla genziana è un ottimo digestivo, una bevanda perfetta da servire dopo i pasti.

Ricetta per 1 litro di liquore
Difficoltà: facile

Ingredienti

  • 20 g di scorza essiccata d’arancia amara
  • 5 g di ginepro
  • 20 g di radice di genziana maggiore
  • 10 g di menta secca
  • 5 g di salvia
  • 5 g di semi di finocchio
  • 1 l di vino bianco secco
  • 80 g di alcol a 95°
  • 50 g di miele

Related posts

Lascia un commento!

Comment