Guida Sardegna > Escursioni in Sardegna > Visitare la Sardegna con il Trenino Verde

Visitare la Sardegna con il Trenino Verde

Visitare la Sardegna con il Trenino Verde

Visitare la Sardegna utilizzando i trasporti pubblici è davvero una grande impresa, soprattutto quando vuoi esplorare località turistiche particolari e difficili da raggiungere. Ma non è impossibile come sembra!

Esiste infatti un servizio turistico ferroviario, offerto dall’Arst (Azienda Regionale Sarda Trasporti), che permette di visitare alcune località sarde a bordo del Trenino Verde.

Poichè si tratta di un’esperienza davvero affascinante, abbiamo pensato di consigliarti le tappe messe a disposizione per esplorare l’isola da nord a sud. Scopriamole subito assieme!

Trenino Verde: le tappe e i percorsi

L’idea del Trenino Verde come servizio turistico nasce ai primi del Novecento, anche se l’iniziativa prende forma solo negli anni Ottanta. A ispirare questa straordinaria idea sono stati i percorsi secondari che venivano percorsi saltuariamente dai treni, per collegare le zone più difficili da raggiungere. Percorsi lunghi e tortuosi che nascondevano paesaggi suggestivi, tanto che poco a poco i passeggeri di questi piccoli treni erano più turisti curiosi che pendolari del luogo.

Da qui prese forma l’idea di un turismo ferroviario nell’isola con locomotive a vapore, carrozze d’epoca e stazioni. Tutto restaurato con fondi provenienti dalle associazioni e dallo Stato.

Il Trenino Verde conta oggi una rete di 438 km di linee impiegate a scopi turistici. Le tappe attualmente attive sono:

  • Mandas – Seui: il percorso inizia in un paesaggio collinare, raggiungendo il Nuraghe Arrubiu, per proseguire lungo le rive del fiume Flumendosa e del suo lago. Una volta entrati nella Barbagia di Seulo il trenino inizia le sue salite lasciando intravedere il lago sottostante. Si attraversano le gallerie nel Monte Santa Vittoria, mentre la vegetazione si fa più rada e le montagne lasciano nuovamente il posto alle colline.
Mandas - Arbatax, Ponte di San Gerolamo (Fonte: Treninoverde.com)
Mandas – Arbatax, Ponte di San Gerolamo (Fonte: Treninoverde.com)
  • Mandas – Laconi: si parte da Mandas in direzione Isili, percorrendo un tratto di ferrovia immersa nella vegetazione che porta all’area archeologica di Santa Vittoria. Si prosegue lungo l’area nuragica di Is Paras, fino ad arrivare al Rio Mannu, con il verde della macchia mediterranea si fa sempre più fitto e il profilo piatto della giara di Gesturi a ovest. Una volta giunti alla stazione di Laconi, si attraversa il Parco Aymerich, una delle principali attrazioni della cittadina.
Isili - Sorgono, Lago di Is Barroccus (Fonte: Treninoverde.com)
Isili – Sorgono, Lago di Is Barroccus (Fonte: Treninoverde.com)
  • Macomer- Bosa: una linea panoramica che parte dai 500 metri sull’altopiano di Campeda scende verso valle per risalire poi verso Tresnuraghes, fino alla bellissima Bosa. Il percorso è un continuo alternarsi di pascoli e macchia mediterranea, con una forte presenza di nuraghi. Si potrà inoltre osservare l’abbazia cistercense di Santa Maria di Corte. Improvvisamente appare il blu intenso del mare di Bosa, con l’isola di Mal di Ventre che si intravede poco più a largo. Da qui si prosegue percorrendo i binari panoramici sul mare fino a raggiungere Bosa Marina.
Macomer - Bosa, Spiaggia di Turas (Fonte: Treninoverde.com)
Macomer – Bosa, Spiaggia di Turas (Fonte: Treninoverde.com)
  • Sassari – Palau: partendo dalla stazione di Sassari si prosegue lungo un percorso suggestivo fatto di nuraghi, il più celebre è il Nuraghe Irru, e colline che ricordano il far west americano. Si continua tra piccoli paesi caratteristici e borghi antichi, fino a raggiungere la fitta vegetazione che porterà a destinazione. Il percorso attraversa una delle zone più affascinanti dell’isola, simbolo della Gallura, i paesaggi di sughero e granito. Questo tour ti permette di ammirare alcune delle stazioni più antiche dell’isola.
Sassari - Palau, Ponte sul Coghinas (Fonte: Treninoverde.com)
Sassari – Palau, Ponte sul Coghinas (Fonte: Treninoverde.com)
  • Palau – Tempio: questo percorso si svolge dal mare di Palau, e della Costa Smeralda, fino ai monti della Gallura, verso l’entroterra. Il trenino costeggia il lago del Liscia, tra le querce da sughero e i massi di granito, con il profilo del Monte Limbara che accompagna tutto il viaggio.
Sassari - Tempio, Tra le fermate di Filigheddu e Achettas (Fonte: Treninoverde.com)
Palau – Tempio, Tra le fermate di Filigheddu e Achettas (Fonte: Treninoverde.com)

Le linee del Trenino Verde possono essere percorse tutto l’anno su prenotazione, con leggere variazioni sulle tratte percorse. È possibile inoltre noleggiare interi vagoni e personalizzare l’itinerario. D’estate si effettua un servizio regolare sulle tratte, seguendo un calendario ben preciso. Per ogni informazione ti rimandiamo al sito ufficiale del Trenino Verde!

Vuoi scoprire altri percorsi turistici nell’isola? Allora visita la pagina in viaggio per la Sardegna e scegli l’itinerario che ti affascina di più!

Buon Viaggio! 😀

Related posts

Lascia un commento!

Comment