Guida Sardegna > Feste e sagre da non perdere > Il capodanno in Sardegna è… a Settembre!

Il capodanno in Sardegna è… a Settembre!

Il capodanno in Sardegna

In pochi sanno che in Sardegna il capodanno è una festa molto diversa dal resto d’Italia. Come spesso accade, l’isola ha un modo originale per trascorrere le ricorrenze, un modo che talvolta non coincide con altri paesi.

Sarà che la Sardegna è una terra antica che ha saputo prendere il meglio dai paesi dominatori dando vita a nuove tradizioni, oppure perchè il legame con la terra ha inciso notevolmente sui riti del popolo sardo, fatto sta che il capodanno nell’isola è molto diverso.

Quando il capodanno si festeggia a Settembre!

Se abiti in Sardegna non sarà certo una novità, il capodanno non è mai stata una ricorrenza molto sentita. Se ci pensi bene non esiste un dolce tipico o un piatto che affonda le sue radici nelle tradizioni di famiglia. Oggi il capodanno ha tradizioni uguali al resto d’Italia: cenone alla vigilia, cotechino con lenticchie alla mezzanotte e pranzo ricco e sfarzoso per salutare il nuovo anno.

Pare che solo nel paese di Bultei a Sassari, esiste una tradizione che si tramanda ancora oggi durante il pranzo di capodanno. Secondo questa tradizione, il capo famiglia ha il compito di incoronare il figlio primogenito con un pane a forma di corona, “Su Cabude“, in segno simbolico e di buon augurio.

Ma come mai in Sardegna non si festeggia il capodanno?

La realtà è che per il popolo sardo il capodanno era una ricorrenza che non aveva nulla a che fare con il calendario, con la fine di Dicembre e il primo di Gennaio. Nell’isola il capodanno coincideva con Settembre: il mese in cui avevano inizio i raccolti! Non a caso Settembre in lingua sarda è chiamato Cabudanni, ovvero capodanno.

Infatti, ancora oggi nel mese di Settembre sono presenti numerose feste e sagre che uniscono l’isola in un unica grande celebrazione. Ogni paese e ogni città ha il suo modo per salutare il nuovo anno:

  • La Madonna del Rimedio l’8 settembre a Oristano;
  • Nostra Signora de sos Regnos Altos il 7 settembre a Bosa;
  • Nostra Signora di Tergu l’8 settembre;
  • Santa Maria de Sauccu dal 7 al 17 settembre a Bortigali;
  • La Madonna di Bonarcado il 18 e 19 settembre;
  • Sa festa manna il penultimo lunedì del mese di settembre a Sardara.

Quali sono le tradizioni che ricordi con più emozione? Quelle legate al capodanno sardo oppure quelle del primo di Gennaio? Raccontaci le usanze del tuo paese! 🙂

Related posts

Lascia un commento!

Comment