Guida Sardegna > In viaggio per la Sardegna > In giro per la Sardegna: scopriamo Sanluri!

In giro per la Sardegna: scopriamo Sanluri!

In giro per la Sardegna scopriamo Sanluri!

Caro lettore, oggi vogliamo inaugurare una nuova tipologia di articoli. Visto che si sente sempre parlare dei posti più famosi della Sardegna, dalle grandi città ai piccoli borghi più caratteristici, abbiamo pensato di dedicare un articolo ogni mese ai paesi meno conosciuti, ma che vale la pena visitare.

Anche per chi vive in Sardegna risulta difficile conosce tutte le particolarità che contraddistinguono la nostra terra. Quindi pensiamo che questa serie di articoli riuscirà ad accontentare tutti quanti!

Iniziamo questa tipologia di post con uno tra i paesi più importanti di cui si sente parlare poco: Sanluri.

Sanluri e il centro storico: tra fascino antico e moderno

Sanluri è una cittadina del medio campidano che fino a poco tempo fa faceva parte nella provincia di Cagliari, poi dal 2005 è diventato uno dei capoluoghi dell’isola.

Abbiamo scelto un titolo che racchiude un po’ quello che è Sanluri. Infatti, oltre ad avere un centro storico molto importante, di recente ha subito una sorta di evoluzione. Alcuni artisti hanno deciso di arricchire le vie del borgo con opere d’arte che ben si allontanano dai famosi murales sardi presenti nell’intera isola.

Ci riferiamo a grandi opere che ricordano la tradizione sarda in ogni sua forma. Uno stile che si coniuga perfettamente con l’artigianato: dai gioielli agli elementi tessili. Vista la loro bellezza, pensiamo che un’immagine saprà raccontarti molto più di tante parole.

Murales Sanluri
Murales Sanluri – Piazza Porta Nuova

 

Murales Sanluri - Centro Storico
Murales Sanluri – Centro Storico

Ecco, quello che succede è che mentre si passeggia per i vicoletti stretti in ciottolato, a fianco alle chiese diroccate ancora ricche di fascino, si viene colti all’improvviso da facciate decorate con una fantastica opera.

Sanluri è importante soprattutto per il Castello che, al contrario di come si potrebbe immaginare, non ha una posizione imponente su una collina ma è immerso nel paese, circondato da strade che mettono in comunicazione l’intera cittadina. È li dove è sempre stato, a rappresentare un punto di riferimento per i sanluresi che ne vanno orgogliosi ma che a volte, si dimenticano di quanto è importante per la storia sarda e italiana. Ma di questo ti abbiamo già parlato in un articolo precedente.

Castello di Sanluri
Castello di Sanluri

Oltre al Castello, poco lontano dal centro storico, in uno dei punti più alti del paese, si erge il Convento dei frati cappuccini con un museo che racconta la storia degli antichi mestieri che un tempo svolgevano i frati e un bellissimo orto che si estende lungo la collina. Da qualsiasi punto del convento è possibile godere di una vista sensazionale di tutta la pianura.

La storia di Sanluri

Sanluri fu abitato fin da tempi antichi del periodo nuragico, come testimoniano alcuni ritrovamenti. Il suo territorio è stato lo scenario di molti combattimenti e ha conosciuto ogni tipo di dominazione, anche quella romana.

Ma la storia più affascinante di Sanluri inizia nel Medioevo. Pur essendo un piccolo villaggio, nel 1300 diventa il capoluogo della curatoria di Nuraminis. Grazie alla sua posizione strategica, Sanluri fu molto conteso soprattutto durante le guerre tra gli Aragonesi e i Sardi del giudicato di Arborea. Solo nel 1409 gli Aragonesi, agli ordini di Martino il Giovane, riuscirono a sconfiggere i sardi, distruggendo in modo significativo il borgo. Dopo la sua morte, il villaggio fu ricostruito unitamente al castello e nel 1479 fu ceduto alla famiglia Castelvì fino alla dominazione piemontese e infine passò alla famiglia Aymerich.

Dell’antico borgo rimangono ancora le chiese e un pezzo della cinta muraria che un tempo circondava il paese proteggendolo dagli attacchi esterni. Ancora oggi, nei quattro punti che un tempo rappresentavano gli ingressi al villaggio, possiamo ritrovare gli stessi nomi:  Sa potta ‘e su casteddu, Sa potta noa, Su portaleddu, Sa potta ‘e sa muralla (dove è possibile osservare l’antico muro).

Ti abbiamo incuriosito? Allora lasciaci un commento: siamo pronti a fornirti tutte le informazioni di cui hai bisogno per la tua vacanza! 😉

Related posts

Lascia un commento!

Comment