Guida Sardegna > In viaggio per la Sardegna > Muoversi in Sardegna: consigli e soluzioni

Muoversi in Sardegna: consigli e soluzioni

Muoversi in Sardegna

L’eterno dilemma dei turisti che arrivano in Sardegna: come faccio a raggiungere le diverse località?

Magari hai già segnato nella tua lista i luoghi più belli da visitare: nuraghi, spiagge, borghi, aree archeologiche, isolette. Se hai già visitato la Sardegna, saprai che percorrerla in lungo e in largo è piuttosto semplice, ma devi avere il mezzo giusto e un buon senso dell’orientamento.

Ebbene sì, il problema non è il traffico (praticamente inesistente anche in pieno agosto) e neanche la qualità delle strade (che tutto sommato sono discrete), il vero ostacolo per chi sceglie di girovagare per l’isola sono le indicazioni stradali (molto spesso inesistenti)!

Niente paur, a tutto c’è rimedio, perdersi è impossibile e, con i nostri consigli il tuo viaggio procederà per il meglio.

Nord, sud, ovest, est: da che parte vado?

Hai pensato: “Ma tanto io ho il navigatore, imposto la destinazione e il gioco è fatto!”.

Purtroppo non è sempre così, soprattutto quando il tuo itinerario prevede delle destinazioni molto ricercate. Può capitare ad esempio che, per raggiungere la spiaggia di Is Arutas, devi inserire le coordinate oppure ricercare manualmente nella cartina il punto esatto che desideri raggiungere.

Ciò significa che prima della partenza dovrai segnarti, le coordinate dei luoghi che scegli di visitare. Soprattutto se decidi di girare la Sardegna in macchina, in moto o con il camper.

Uno strano fenomeno, che rende complicate le cose anche a noi sardi, riguarda il fatto che spesso i cartelli con le indicazioni più o meno corrette compaiono solo in un senso di marcia… in questi casi devi solo sperare di arrivare dal senso giusto! 😀

Consigli pratici:

  • Prendi nota delle coordinate prima della partenza
  • Controlla la cartina prima di spostarti, così potrai affidarti anche un po’ al tuo intuito
  • Tieni sempre a portata di mano lo smartphone in caso di necessità
  • Se sbagli strada e non sai dove andare, raggiungi il primo centro abitato e chiedi indicazioni!

Ok ora che la nota dolente è andata, concentriamoci sulle cose più interessanti: che mezzo scegliere?

Indicazioni prese: quale mezzo di trasporto scelgo?

In Sardegna non siamo molto forti con il servizio di pullman e treni, ci sono e funzionano discretamente (nè meglio nè peggio di altre regioni italiane), ma collegano bene solo le città più importanti, lasciando in secondo piano le località sulla costa e quelle più sperdute nell’entroterra.

In particolare, la linea ferroviaria collega Cagliari con Sassari, Porto Torres, Golfo Aranci, Iglesias e Carbonia. Se hai bisogno di fare lunghi tragitti e vuoi organizzare al meglio il viaggio ti consigliamo di visitare il sito di Sardegna Mobilità per verificare gli orari, i tempi di percorrenza e le coincidenze.

Se vuoi scoprire davvero l’isola ti consigliamo di scegliere tra: l’auto, la moto, la bici e il camper.

Invece, per raggiungere le isole minori, come ad esempio le isole di San Pietro, La Maddalena, Tavolara, Asinara, Mal di Ventre, e visitare i parchi al loro interno, puoi sfruttare il servizio di traghetti che collegano la Sardegna alle diverse località. In estate le corse si intensificano e permettono ai turisti di organizzarsi al meglio. Ti suggeriamo di informarti prima, nei siti delle compagnie, sugli orari e le tariffe.

Se scegli il camper, devi sapere che in Sardegna esistono numerosi campeggi e aree di sosta che potrai utilizzare per lo scarico delle acque e dei rifiuti.

Le soluzioni sono due: puoi decidere di arrivare in Sardegna in nave e portare con te il tuo mezzo di trasporto, oppure puoi venire in aereo e noleggiare qui un mezzo. Se hai intenzione di visitare l’isola in alta stagione è meglio prenotarlo in anticipo.

Ok, adesso non ci sono più segreti: puoi prenotare la tua vacanza in serenità senza aspettarti brutte sorprese. L’organizzazione è tutto e una volta arrivato, la vista dei bellissimi paesaggi saprà rendere unico il tuo viaggio!

Related posts

Lascia un commento!

Comment