Guida Sardegna > In viaggio per la Sardegna > Aritzo: a spasso tra i paesaggi montanari

Aritzo: a spasso tra i paesaggi montanari

Aritzo: a spasso tra i paesaggi montanari

L’estate sta per terminare, anche se il caldo sembra non volerci dare tregua. Ecco perchè oggi vogliamo allontanarci per un attimo dalle spiagge per parlarti di uno dei borghi di montagna più caratteristici della Sardegna: Aritzo.

Se anche tu sei stanco (si fa per dire) delle belle giornate in riva al mare e vuoi goderti un po’ di fresco sulle cime di una montagna, questo è il borgo che fa per te.

Circondato da fitte foreste, quelle che un tempo hanno permesso il “commercio” della neve, oggi sono una meta ambita per le attività turistiche, artigianali e gastronomiche. Sei curioso di scoprire Aritzo? Allora continua con la lettura del nostro articolo!

Alla scoperta di Aritzo

Aritzo è un piccolo comune situato nel cuore della Barbagia di Belvì, ai piedi del Gennargentu. Il paesaggio che lo circonda è caratterizzato prevalentemente da foreste che gli conferiscono un aspetto quasi fiabesco.

Hai presente la famosa Carapigna? Il gelato/sorbetto al limone tipico della tradizione sarda? Ecco, è proprio ad Aritzo che affonda le sue origini ed è qui che ancora oggi viene prodotto per il resto dell’isola. Se vuoi saperne di più puoi leggere un recente articolo del nostro blog in cui ti parliamo delle origini della Carapigna.

Grazie alla posizione, Artizo è sempre stata una meta ambita per le attività legate al turismo, fin dal XIX secolo: l’aria pulita, le sorgenti d’acqua pura richiamavano i visitatori dai luoghi più lontani.

Il legno dei noccioli e dei castagni delle foreste circostanti danno vita al tipico artigianato locale. In particolare il borgo è celebre per le cassapanche nuziali e per i taglieri che seguono l’antica tradizione dell’intaglio.

Cassapanca in legno (fonte: sardartis.it)
Cassapanca in legno (fonte: sardartis.it)

Cosa visitare ad Aritzo?

Bene, dopo tante indecisioni e spinto dalla nuova ondata di caldo, hai deciso di concederti una piccola fuga alla scoperta di Aritzo. Abbiamo preparato per te un breve elenco dei luoghi più interessanti che non possono mancare durante il tuo viaggio.

Ecco quali sono:

  1. Piccola sosta alle carceri settecentesche spagnole, attualmente utilizzate come luogo espositivo durante le Bruxas (una mostra di stregoneria, magia e sacra Inquisizione nell’isola)
  2. La casa Devilla, risalente al XVII secolo
  3. Il Castello Arangino, dei primi del Novecento

Inoltre, se decidi di rimandare la tua vacanza, vogliamo ricordarti che durante l’ultimo weekend di ottobre, in concomitanza con la tappa aritzese di Autunno in Barbagia, è possibile partecipare alla sagra delle castagne.

Grazie al bellissimo paesaggio che circonda il borgo, potrai scegliere tra le numerose escursioni a piedi o a cavallo, che ti permetteranno di scoprire le cime del Gennargentu. In alternativa puoi scegliere tra le escursioni in canoa lungo le rive del Flumendosa.

Sei pronto a scoprire questo nuovo borgo della Sardegna? Allora non ci resta che augurarti un Buon Viaggio! 😉

Tags:

Related posts

Lascia un commento!

Comment