Guida Sardegna > Curiosità sulla Sardegna > La necropoli di Is Pirixeddus a Sant’Antioco

La necropoli di Is Pirixeddus a Sant’Antioco

La necropoli di Is Pirixeddus a Sant'Antioco

Caro viaggiatore,

oggi vogliamo parlarti di una zona molto caratteristica in Sardegna, quella di Sant’Antioco. Si tratta di uno dei territori più antichi dell’isola e per questo è facile trovare siti archeologici di una certa importanza. Ecco perchè abbiamo pensato di dedicare questo articolo alla necropoli di Is Pirixeddus.

Sei curioso di scoprire come organizzare la tua escursione? Allora continua a leggere!

La necropoli di Is Pirixeddus: un po’ di storia

La necropoli di Sant’Antioco risale al periodo punico ed è stata utilizzata dalla fine del V secolo e il III secolo a. C. circa. I punici erano soliti seppellire i loro morti all’interno di necropoli ricavate al di fuori del centro abitato e in genere venivano scavate su colli rocciosi.

La necropoli venne utilizzata anche in Età Romana, Repubblicana e durante l’Età Imperiale. A partire dal V secolo d. C., il cimitero venne poi trasformato in catacomba e usato dai cristiani che unirono le varie camere sepolcrali, creando nuovi spazi di sepoltura. Queste assumevano una forma rettangolare, scavata nel pavimento, oppure con rientranze sulla parete per ottenere piccoli sarcofagi circondati da archi. Spesso veniva anche decorate con pitture e disegni particolari.

La struttura della necropoli

Ancora oggi è possibile osservare i lineamenti della necropoli di Is Pirixeddus. Il loro interno è composto da due nuclei di gallerie sepolcrali sotto la chiesa: le catacombe di sant’Antioco e quelle di Santa Rosa, leggermente più piccola e costituita da due ambienti.

Le aree interne della necropoli sono ancora visitabili e raccontano la storia e le tradizioni delle civiltà che le hanno abitate. Visitarle è davvero un’esperienza unica.

Cosa vedere nelle vicinanze?

Sant’Antioco è conosciuta per le sue spiagge, per questo motivo ti suggeriamo di visitarla in estate e godere del bellissimo mare che circonda l’isolotto. Poco distante dalla città è presente uno dei porti da cui partono i traghetti per l’Isola di San Pietro. In qualsiasi periodo dell’anno la città di Carloforte acquista un fascino unico. Se ti trovi in questa zona è un peccato non andare a visitarla.

Come visitare la necropoli?

La necropoli si trova all’interno del centro abitato di Sant’Antioco ed è piuttosto semplice raggiungerla. Ti basterà arrivare in prossimità del centro storico e seguire le indicazioni fino al sito archeologico. Per semplicità, ecco la mappa per organizzare meglio la tua escursione.

Related posts

Lascia un commento!

Comment